Urban Attitude Blog

Il blog ufficiale di Urban Attitude Italia

Gothic Lolita…anche per lui !

Tra le coloratissime e stravaganti Harajuku Girls, ecco spuntare alcune bambole di porcellana viventi, con i loro vestitini tutti pizzi e fiocchetti e orsacchiotti rosa insanguinati: sono le Gothic Lolita.
Questo street fashion enfatizza al massimo abiti ispirati al periodo vittoriano, mischiandoli con la giusta dose di accessori Goth, qualche elemento ispirato agli Anime, senza tralasciare qualche tocco di classe preso
direttamente dai film horror.

L’imperativo è apparire belle ed eleganti, quindi ecco che la versione baby prevede gonne che sono tutte
un fiocco, arrivano fino al ginocchio e vengono portate con una sottoveste per dare maggiore volume. Le camicie, dai colori chiari e tenui, sono decorate in pizzo con sovrabbondanza di nastrini e hanno colletti molto vistosi.

Stile Gothic Lolita

Dalle zeppe altissime, su cui stare in equilibrio, spuntano calzettoni fino al ginocchio con decorazioni da
bambina, e dai vestiti mutandoni bianchi con orlo in pizzo.
I capelli sono acconciati in morbidi boccoli fissati con un cerchietto ed incorniciano un viso poco truccato,
oppure, se non si ha tempo, voglia o manualità, si scelgono le parrucche già pronte.

Stile Goth Vittoriano

Scarpe Gothic LolitaUna variante allo stile più classico è avvicinarsi maggiormente all’ idea di donna di fine Ottocento ed alla contaminazione con il Goth, anche se in Giappone non c’è una vera cultura cristiana, quindi le croci sono solo decorative e non hanno un significato mistico o religioso.
Abiti e gonne fino ai piedi, gioielli dall’aspetto intricato e molto vecchio stile, velette e cilindri fissati su capelli blu o neri. I colori cambiano: nero e tutte le tonalità scure, anche per il make up, e bianco per i pizzi. I colli si stringono ed allungano dando un tono elegante alla figura, le calze sono a rete e nei piedi si indossano pesanti stivaloni Dark.

Il Gothloli style è tutto giocato sugli accessori: ombrelli parasole, cappellini e cuffiette, guanti in pizzo, fermagli per capelli, orologi da tasca e pupazzi Goth in pelle nera e PVC.
Le più fortunate non si separano mai dalle loro Super Dollfie, bambole prodotte dalla Volsk per essere personalizzate in tutti i loro 60 centimetri di resina poliuretanica, ma che hanno il difetto di costare dai 300 ai 1400 euro l’una!

Alcuni marchi si occupano esclusivamente del genere Gothic Lolita: il primo fu quello lanciato dal musicista e stilista giapponese Mana con “Moi-même-Moitié”, seguito a ruota da “Baby the stars shine bright”, che produce anche accessori personalizzati Gloomy the Naughty Grizzly.
Per un tuffo nel pieno di questo street look, e scoprire come la vita può essere permeata da questo stile,
con blocknotes kawaii, biancheria per la casa, dolcetti a forma di cuore, borse a forma di bara e bauletti, non
perdetevi il film “Kamikaze Girls – Una storia di Shimotsuma”, in giapponese “Shimotsuma monogatari” di
Tetsuya Nakashima.
C’è molto da imparare, anche per i maschietti. Eh si, perché in Giappone anche loro si vestono da Gothic
Lolita, con tanto di abitini, make up e parrucche…

Written by urbanattitudeblog

31 marzo 2011 a 10:50

Pubblicato su Gothic, Lolita

Tagged with , , ,

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: