Urban Attitude Blog

Il blog ufficiale di Urban Attitude Italia

Tic Tac: l’orologio da tasca dice che è tempo di Steampunk

Per entrare a testa alta nel laboratorio dell’anacronismo servono: il giusto abbigliamento, l’attrezzatura lucidata di fresco e un orologio steampunk puntualissimo rigorosamente a lancette.

Posizionare gli occhiali di protezione, arriva il treno a vapore… si parte!

Benvenuti nell’universo Steampunk.

In carrozza un egittologo con elmetto coloniale ci osserva attraverso il suo monocolo parlando ad uno strano cellulare, mentre un aviatore spiega all’esploratrice col cilindro come sorvolerà la città in dirigibile.

Se il progresso tecnologico fosse arrivato nel periodo vittoriano, in piena rivoluzione industriale, prima della scoperta dell’energia elettrica, il mondo avrebbe preso una piega completamente diversa: a farla da padrona sarebbero l’energia motrice del vapore e la misteriosa potenza della forza magnetica.

C’è chi prova comunque ad immedesimarsi in un’ipotetica realtà degna del film “Brazil” di Terry Gilliam, in abiti di ispirazione vittoriana ma liberamente contaminati con fibbie lucide e accessori tecnologici, dall’estetica retrò ma funzionali e funzionanti.

Vestiti Steampunk e Accessori

Le ragazze si infilano in corsetti steampunk con stecche di balena ma strappano le sottovesti per facilitare la camminata, inforcano occhialoni da esploratore e si agghindano con camei e gioielli di foggia antica.


Lui invece veste i panni dell’inventore di fine Novecento, costantemente animato dall’entusiasmo di creare ogni tipo di congegno strampalato: lo Steampunk infatti prevede gadget di tutti i tipi, realizzati possibilmente con le proprie mani.

Per chi è alla continua ricerca della realtà empirica, ci sono magnifiche lenti di ingrandimento complete di LED, sorrette da un cinturino metallico da assicurare alla testa per avere le mani libere.

Chi teme di perdere l’orientamento e ritrovarsi ventimila leghe sotto i mari,  come nel romanzo del visionario Jules Verne, può affidarsi alla bussola e controllare l’orizzonte con un telescopio in ottone.

Orologi Steampunk da taschino o come collana

L’accessorio status symbol dello Steampunk è però l’orologio, alleato prezioso per tenere sempre sotto controllo il tempo e non tardare nel giro del mondo in 80 giorni in compagnia di Phileas Fogg.

Ce n’è per tutti i gusti: dalla clessidra da tasca all’orologio da taschino come quello del bisnonno, cassa lucida o opaca,  meglio ancora se con un’iscrizione incisa. Le forme sono tra le più bizzarre: dal gufo all’ automobile d’epoca.

Creazioni Steampunk: Haruo Suekichi e i Klockwerks di Roger Wood

In alternativa si può fare come fa l’artista giapponese Haruo Suekichi, che passa ore a rovistare tra vecchi quadranti e inutili cianfrusaglie, creando orologi da polso dall’aspetto antico ma dal design decisamente futuristico.

O magari come Roger Wood con i suoi “Klockwerks”: orologi da parete o da tavolo, in legno intagliato a mano, dall’aspetto fantasioso, formati da una scarpa, una tromba,una teiera con lancette e tanti meccanismi che sembrano dover esplodere da un momento all’altro.

Ciuf Ciuf, Tic Tac, tra tutti questi ingranaggi, il viaggio è solo all’ inizio e potete iniziarlo nel nostro Steampunk Shop!

Written by urbanattitudeblog

8 giugno 2011 a 06:44

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: