Urban Attitude Blog

Il blog ufficiale di Urban Attitude Italia

Altro che roba da vecchi, i Dark sono tornati!

VESTITI DARKUna delle tendenze culturali più longeve è rappresentata senza dubbio dallo stile Dark, nato alla fine degli anni 70 nella prolifica Inghilterra e ancora oggi molto in voga in ogni parte del mondo.

Anzi, proprio negli ultimi anni il boom dei redivivi vampiri e lupi mannari ha scatenato un massiccio ritorno di questo life style, mai veramente passato di moda perché si adatta a tutte le età. E così grazie al rispolvero delle creature della Transilvania, i Dark sono tornati alla luce del sole. Pardòn, della luna.

Vestiti Dark

Sì, perché i Dark cercano rifugio nei colori scuri e in un minimalismo che si oppone alla  frizzante ricerca degli abiti firmati delle fashion victim, sono asociali, amano l’oscurità e la lettura di Bram Stoker più che il dialogo con le persone.

Avete presente la tredicenne Emily the Strange, con i suoi capelli corvini e il motto “Voi ridete di me perché sono diversa. Io vi guardo e rido perché siete tutti uguali”?

Così nel 2011 viene riproposto il post-punk dei Joy Division e quello dei longevi Cure, coi loro abiti in pelle nera e l’incarnato pallido.

Nel ventunesimo secolo i vestiti dark vengono contaminati dalla moda di ispirazione vittoriana: pizzi, raso e velluto su base total black con eleganti ricami bianchi o porpora.

Corsetti e Cappotti Dark

Il guru di questa corrente è indubbiamente il Lestat di “Intervista col Vampiro” di Anne Rice, ed ecco che i ragazzi scelgono camicie con colletti e polsini vistosi, gilet damascati, guanti di pelle e si avvolgono in lunghissimi cappotti e mantelli.

Le ragazze riscoprono indumenti che il gentil sesso di due secoli fa non vedeva l’ora di accantonare:  vestiti multistrato e stringi vita, corsetti e bustini, crinoline e gonne lunghe fino ai piedi, tutto però indossato con modernissimi Dr Martens o stivaloni.

 Gioielli Dark

I gioielli ed il make up sono sfoggiati sia da lui che da lei indistintamente.

Particolare attenzione è riservata alla scelta di anelli e pendenti: in argento, a forma di croce, di pipistrello o di ragno.

Il viso è reso pallidissimo con fondotinta e cipria mentre gli occhi sono truccati pesantemente di nero. Ultimamente si sono molto diffuse lenti a contatto dai colori innaturali, per avvicinarsi ancora di più ai personaggi non umani di cui si può leggere nel Diario del Vampiro ma, soprattutto, nelle ben più gotiche e meno “teen drama” saghe della Rice.

 Moda Dark e Twilight

Il grande ritorno della dark fashion è da attribuirsi certo più al mondo del cinema che a quello della letteratura. Come spesso accade tutto è cominciato con l’ uscita nelle sale di una saga, nello specifico Twilight, per poi spargersi a macchia d’ olio in tutto il mondo.

Certo i bei vampiri della famiglia Cullen hanno avuto il merito di riportare in auge una tendenza che negli ultimi anni stava piano piano scomparendo, ma, visto l’ enorme successo riscosso dalla moda Dark negli ultimi anni, la nostra amata Emily the Strange rischia di non risultare più così strana ma semplicemente una delle tante.

Written by urbanattitudeblog

13 giugno 2011 a 06:53

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: